Accademia Albertina di Belle Arti di Torino

Home

Accademia Albertina di Belle Arti di Torino

Alto contrasto

Elisa full members

Operazione Trasparenza

Ti trovi qui:Home > Concorsi > News ed Eventi > You as me/nei panni degli altri Workshop

You as me/nei panni degli altri Workshop

26/03/2018

 

 

YOU AS ME

/ nei panni degli altri

workshop

 

In collaborazione con
Dipartimento di Filosofia e
Scienze dell’Educazione
dell’Università di Torino
 
Fish&Chips Film Festival
 
Un progetto di
Irene Pittatore
con Erika Stefanelli e Nicoletta Daldanise

CAMERA
Centro Italiano per la Fotografia
via delle Rosine 18
Torino
 
Venerdì 20 aprile 2018
ore 14.30 - 18.30
 
Per un numero massimo di
15 partecipanti

In occasione di
Lovers Film Festival (20/24 aprile 2018)

Per iscrizioni
hello@youasme.it

 
 

Di chi vorresti indossare gli abiti?Chi vorresti provasse a indossare i tuoi?
 
You as me è un progetto artistico e un laboratorio narrativo/esperienziale, sviluppato con Impasse e Progetto Habitat, aperto a chiunque desideri praticare un’esperienza di esplorazione ed espressione di sé attraverso la performance e il ritratto fotografico.
 
You as me offre occasione di confronto sull’abito come “pelle” sociale e sull’esperienza della relazione, attraverso lo scambio di indumenti, ma anche di punti di vista.
In occasione della 33ma edizione del Lovers Film Festival (20/24 aprile 2018), la collaborazione con CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia permetterà di soffermarsi in particolare sulle forme in cui l’eteronormatività plasma comportamenti, azioni, gerarchie di genere, modella il linguaggio e gli spazi.
 
Dopo alcuni esercizi atti a favorire una dimensione di rilassamento, condivisione e sospensione del giudizio, i partecipanti saranno invitati a raccontare la storia degli abiti che hanno deciso di scambiare e quindi a indossarli. Concentrandosi sui gesti e sul portamento che i nuovi abiti inducono ad assumere, il gruppo percorrerà in silenzio gli spazi del museo, in una parata che terminerà con la realizzazione di ritratti individuali e di gruppo, una sorta di tableau vivant nelle sale di CAMERA.
 
La documentazione video-fotografica del lavoro collettivo verrà mostrata in anteprima durante il Festival, all’interno della sezione Iconoclasta sabato 21 aprile 2018, alle ore 18:00,al Cinema Massimo 3. La sezione, inaugurata lo scorso anno in collaborazione con Artissima, è dedicata a film di carattere sperimentale di ogni genere e formato con particolare attenzione all’innovazione del linguaggio narrativo e visivo.
 
You as me, secondo l’artista, “intende celebrare la vulnerabilità, il potenziale politico e poetico di ogni corpo che si espone a sconfinamenti e si sottrae, anche solo temporaneamente, al disciplinamento e alla prescrittività di ruoli, categorie di genere e status”.
 
ISCRIZIONI
Per informazioni sul progetto e iscrizioni al laboratorio: hello@youasme.it.
Contributo organizzativo € 10.Accrediti Lovers Film Festival € 7.
Il workshop dà diritto all’ingresso gratuito a CAMERA.
Ai partecipanti è richiesto di presentarsi (in coppia o individualmente) con i capi di una persona di cui si voglia vestire i panni ed eventuali indumenti personali da mettere temporaneamente a disposizione del gruppo.
 
You as me è un progetto di Irene Pittatore, sviluppato in dialogo con Nicoletta Daldanise (curatrice e critica d’arte), Roberto Mastroianni (filosofo e critico d’arte) ed Erika Stefanelli (Educatrice Professionale).
Inaugurato in occasione della 32° edizione del Lovers Film Festival con la performance collettiva Habitus, con testo critico di Roberto Mastroianni, You as me è stato presentato alla terza edizione del Fish&Chips Film Festival con interventi di Nicoletta Daldanise, Irene Dionisio (regista e Direttrice del Lovers Film Festival), Marco Giusta (Assessore alle Pari Opportunità della Città di Torino), Roberto Mastroianni, Eugenio Torre (Presidente REI esistenza e individuazione, psicoanalista junghiano). La stagione di laboratori, aperta a Torino da InGenio Arte Contemporanea in dialogo con la curatrice e critica d’arte Lisa Parola, proseguirà a Nizza in collaborazione con la Librairie Vigna LGBT et féminisme.www.youasme.it
 
Irene Pittatore (1979, Torino) è artista e giornalista pubblicista. I suoi progetti, di natura fotografica, performativa e relazionale, indagano le complesse relazioni tra arte, genere, economia e sfera pubblica, con particolare attenzione al ruolo dell’artista rispetto al contesto di intervento. In residenza per The Spur a Es Baluard Museo d'Arte Moderna e Contemporanea (Palma di Maiorca), per Resò a Capacete (Rio de Janeiro e San Paolo), a Berlino grazie al Premio Movin’ Up e a Torino per Viadellafucina Twinning Residency, ha realizzato installazioni e interventi per Arts Santa Mònica (Barcellona), MACA Museo de Arte Contemporáneo (Alicante), Es Baluard (Palma di Maiorca), Museo di Palazzo Grimani (VE), Bienal de la Habana OFF, Biennale des Jeunes Créateurs d’Europe et de la Méditerranée, gallerie e musei italiani. Collabora con la Galleria Opere Scelte di Torino. Conduce laboratori di consapevolezza attraverso la fotografia e scrive d’arte contemporanea, femminismo e identità di genere su MW – First gender neutral magazine e Playboy.www.irenepittatore.it
 
Nicoletta Daldanise (1980, Napoli) è critica d’arte e curatrice.Nel corso degli anni ha contribuito all’organizzazione di mostre ed eventi presso spazi pubblici e privati (Museo di Capodimonte, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Terme di Diocleziano, Galleria Umberto Di Marino, Galleria Artiaco, M HKA di Anversa, Museo Apparente, Pasajist Istanbul, Castel Sant’Elmo, Castello di Rivoli, Opere scelte), oltre a collaborare come ufficio stampa per alcune fiere d’arte. Ha pubblicato articoli per Arte e Critica, Flash Art, Artribune, Teknemedia, per il blog della Rijksakademie e per diverse mostre monografiche. Dal 2009 si è interessata alla scena indipendente, collaborando attivamente con diverse organizzazioni non profit come project manager, tra cui Impasse (Torino) e Vessel (Bari). Al momento la sua attenzione si concentra sulle dinamiche di comunità e la questione della loro rappresentazione, la funzione pubblica dell’arte e le metodologie di ricerca partecipata.www.nicolettadaldanise.it
 
Erika Stefanelli (1979, Torino) è Dottoressa in Scienze dell’Educazione, Laurea Specialistica in Processi Educativi e Formazione Continua in Età Adulta, lavora in regime di libera professione come Educatrice Professionale e opera come Facilitatrice delle Reti Sociali, coordinando tavoli interistituzionali ed equipe multi-professionali per promuovere una logica di collaborazione. Esperta nell’area della prima infanzia e dell’adolescenza, ha lavorato dal 2007 al 2015 presso il Servizio di Educativa Territoriale Minori della Cooperativa Animazione Valdocco e si è perfezionata nel trattamento sistemico dei nuclei familiari. Dal 2016 lavora presso la Residenza per anziani Anni Azzurri Cit Turin (TO) e, dal 2017, come Responsabile U.R.P. sulla città di Torino per Anni Azzurri. Dal 2017 collabora con l’agenzia formativa nazionale Forte Chance in qualità di formatrice.www.progettohabitat.org

 

 

La mia accademia